BMA 2019: al Teatro Duse di Bologna si premiano gli emergenti

Sarà il Teatro Duse ad ospitare, venerdì 18 ottobre, la finale del terzo BMA, Bologna Musica d’Autore. Nuova formula per il contest promosso da Fonoprint, che premia gli...

Sarà il Teatro Duse ad ospitare, venerdì 18 ottobre, la finale del terzo BMA, Bologna Musica d’Autore. Nuova formula per il contest promosso da Fonoprint, che premia gli emergenti, con selezioni tipo showcase alle Serre Margherita e al Covo Club e finale in un teatro storico della città. Una serata con ospiti speciali come Luca Carboni, Viito ed Ainé, quella presentata da Matteo Bordone di Rai Radio 2 e con una giuria presieduta da Mogol.

I finalisti saranno infatti ascoltati da una giuria qualificata, composta da Sergio Cerruti (Presidente AFI), Alessandro Ceccarelli (BPM Concerti), Matteo Romagnoli (Garrincha Dischi) e Parix Hilton (artista e produttore).

BMA 2019
Mogol al BMA 2018

Al vincitore assoluto andrà un premio adeguato, dieci giornate di registrazione, mix e mastering presso gli studi Fonoprint con fonico resident. Il miglior testo sarà premiato con un percorso formativo al CET – Centro Europeo di Toscolano, la migliore performance dal vivo con la registrazione e pubblicazione di una puntata di “Fonoprint Live Session”.

La serata del 18 ottobre sarà anche l’occasione per un’immersione nella musica d’autore italiana, con la presenza sul palco di due giovani molto amati dalle ultime generazioni, AINÉ e Viito e di Luca Carboni che torna al BMA dopo essere stato ospite della prima edizione nel 2017.

BMA 2019
BMA 2018

La grande novità dell’edizione 2019 di BMA Bologna Musica d’Autore è quella di essere diventato un contest ‘diffuso’, strettamente legato alle realtà musicali del territorio, che contribuiscono a fare di Bologna la ‘Città della Musica UNESCO’. All’interno di questa visione si colloca la collaborazione con il Comune di Bologna per l’iniziativa ‘Il mercato della musica’, un ciclo di incontri di approfondimento in Sala Borsa sulle professionalità che rendono possibile alla musica divenire realtà condivisa tra i musicisti e gli ascoltatori. Gli incontri hanno visto protagonisti Parix Hilton (Rkomi, Clementino), Matteo Romagnoli, direttore artistico di Garrincha Records (Lo Stato Sociale, Ex-Otago…) e si concluderanno il 17 ottobre con Celso Valli, arrangiatore, compositore e produttore che ha contribuito alla creazione di successi di artisti come Pausini, Baglioni e Ramazzotti.

In this article

Join the Conversation

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code