Billie Joe Armstrong in viaggio alla scoperta della storia famigliare

Da qualche tempo i Green Day sono impegnati in un tour mondiale, che è arrivato fin qui in Italia. Archiviata l’Europa, la band è tornata a salire sui...

Da qualche tempo i Green Day sono impegnati in un tour mondiale, che è arrivato fin qui in Italia. Archiviata l’Europa, la band è tornata a salire sui palchi statunitensi, passando anche da posti molto famigliari ai membri. In occasione del concerto tenutosi in Oklahoma, il cantante Billie Joe Armstrong ha potuto vedere la casa dove la madre è cresciuta, la tomba dove riposa il nonno materno e incontrare alcuni membri della sua famiglia, come zie e cugini. Il tutto è stato rigorosamente raccontato sui social, dove Armstrong ha postato tutte le foto e ha esternato le sue sensazioni riguardo questa avventura. 

 

so this is where my grandpa Jay is burried in owasso oklahoma . my first time visiting! from oakland to oklahoma! #nowIknowwhymynameisBillieJoe

Un post condiviso da Billie Joe Armstrong (@billiejoearmstrong) in data:

Billie Joe è nato in California da una famiglia povera ed è il più giovane di sei fratelli. La sua infanzia è stata devastata dalla morte del padre a causa di un tumore, che ha portato il cantante a dedicargli, qualche anno più tardi, una delle canzoni più famose dei Green Day, “Wake me up when september ends”. Ma ha la capacità di riprendere in mano la sua vita: con l’amico di sempre Mike Dirnt a quindici anni fonda il gruppo Sweet Childen, che cambia poi nome in Green Day, a cui si aggiunge il batterista Tré Cool.

 

this is the house my mom grew up in Sperry Oklahoma.. to the right are my aunts julia and Joanna. pilgrimage to the homeland! #nowIknowwhymynameisBillieJoe

Un post condiviso da Billie Joe Armstrong (@billiejoearmstrong) in data:

 

In Oklahoma, Armstrong ha lasciato un pezzo di famiglia: il concerto è stato l’occasione per tornare nei luoghi in cui la madre è cresciuta e toccare con mano quello che in fondo appartiene anche a lui. Alla fine di questo viaggio scrive: “Caro Oklahoma, grazie per l’esperienza meravigliosa, che mi ha permesso di esplorare le mie radici visitando la casa d’infanzia di mia madre e rivedendo zie e cugini, fino ad arrivare ad esibirmi a Tulsa.”

 

 

In this article

Join the Conversation

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code