Il grande fotografo Peter W. Häberlin in mostra a Roma

In mostra a Roma presso il Museo di Roma in Trastevere, dal 2 febbraio al 12 marzo 2017, una ricca selezione di prime stampe, realizzate a partire dai...

In mostra a Roma presso il Museo di Roma in Trastevere, dal 2 febbraio al 12 marzo 2017, una ricca selezione di prime stampe, realizzate a partire dai negativi originali, degli scatti fotografici realizzati dallo svizzero Peter Werner Häberlin (1912-1953) durante i suoi viaggi, tra il 1949 e il 1952, toccando l’Algeria, il Mali, il Burkina Faso, il Niger, la Nigeria, il Ciad e il Camerun.

Cresciuto a Kreuzlingen e Singen . Peter Werner Häberlin (1912-1953) fece l’apprendista pasticcere a Berneck SG 1928-1931. Viaggiò a piedi dalla Svizzera attraverso l’Italia diretto in Tunisia e Algeria tra il 1932-1934.  Häberlin effettuò tour in Marocco, Gibilterra ed in Europa. Successivamente studiò scultura e fotografia presso l’Università di Amburgo negli anni 1938-1939. Häberlin tenne anche un corso di fotografia presso la Scuola di Design di Zurigo negli anni 1940-1943 e nel 1948 sposò l’americana Jolita Coughlin. Quattro grandi viaggi in Nord Africa negli anni 1949-1952 sulle rotte carovaniere , a piedi, in bicicletta e come passeggero segnarono profondamente la sua attività di fotografo. Questo artista dell’obiettivo non fu mai soltanto un fotoreporter con un occhio per l’attualità perché il suo interesse andava alle persone e alla vita quotidiana che si svolgeva nei deserti e nelle steppe del Nord Africa. L’esposizione di Roma è frutto di un’appassionata ricerca condotta dal Museo delle Culture di Lugano in collaborazione con la Fotostiftung Schweiz di Winterthur.

Se volete dare un’occhiata ai suoi lavori andate qui: https://it.pinterest.com/gammgiunti/haeberlin-sahara/

In this article

Join the Conversation

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code