La playlist definitiva degli anni ’90

  Correvano gli anni felici e beati degli anni ’90: Max Pezzali era ancora un 883 e insieme a Mauro Repetto – che io ricordo principalmente per i...

 

Correvano gli anni felici e beati degli anni ’90: Max Pezzali era ancora un 883 e insieme a Mauro Repetto – che io ricordo principalmente per i balletti – cantava le avventure di uno sfigato di provincia. Cher faceva scatenare gli adolescenti con la sua indimenticabile “Believe” e Annie Lennox faceva entrare le sue “Why” e “No more I love you’s” nell’immaginario collettivo.

Come scordarsi poi degli Articolo 31, degli Eiffel 65 e dei Backstreet Boys? Questa è la classifica delle canzoni che, dal mio punto di vista, hanno fatto la storia degli anni Novanta.

Barbie Girl – Aqua
Questa canzone, uscita nel maggio del 1997, ha segnato la mia vita. Ancora oggi mi diverto a canticchiarla e ogni volta mi domando quanto possa essere vasta l’innocenza in tenera età: mi divertivo anche allora a cantarla, ma non avevo la più pallida idea di quello che dicevo. Penso che questo brano mi abbia abituato alle figuracce già da piccola.

 

Con un Deca – 883
So che sono molte le canzoni degli 883 che hanno fatto da colonna sonora nella nostra vita e sicuramente ho scelto quella meno gettonata. Il motivo è molto semplice: parla della lira, e per me questo è un motivo più che valido per metterlo in cima alla lista delle canzoni che hanno segnato gli anni Novanta.

 

Tubthumping – Chumbawamba
O come la chiamo io “La canzone scioglilingua”, per via del titolo difficilmente pronunciabile quando ero più piccola. E’ stato uno dei singoli-tormentone del 1997: la si sentiva ovunque. La cosa bella di questo brano è che, almeno dal mio punto di vista, ti dà una carica fortissima. Ancora oggi, per me, rimane una delle canzoni più importanti di quegli anni.

 

Fields of Gold – Sting
Una delle canzoni più dolci degli anni novanta è sicuramente quella di Sting. Pubblicata nel 1993, “Fields of Gold” parla di due innamorati che si lasciano andare ai ricordi. Sicuramente il fatto di aver fatto uscire questo singolo con il coincidere dell’inizio dell’estate ha contribuito a rendere il tutto più magico, ma malinconico.


Domani Smetto – Articolo 31
Gli Articolo 31 hanno segnato l’epoca che va dai primi anni Novanta ai primi del Duemila: se si cercano degli iniziatori del rap in Italia, è difficile non pensare a loro. È complicato scegliere tra le loro canzoni, ma penso che “Domani Smetto” sia quella, tra tutte le loro canzoni, che anche i sassi conoscono. Quindi come si fa a non inserirla in classifica?


Blue (Da Ba Dee) – Eiffel 65
Uno dei miei tanti rimpianti “musicali” è quello di essere stata troppo piccola per la discoteca di quegli anni: si tratta di due canzoni dance diventati leggendarie. Il brano “Rhythm of the Night” è stato il singolo più venduto del 1994 mentre “Blue” ha raggiunto la prima posizione in classifica in diciassette Paesi, diventando il tormentone dell’estate del 1999. Entrambi sono stati dei successi mondiali che portano in alto la bandiera italiana.


My Heart Will Go On – Celine Dion
Come non ricordare la canzone diventata un successo mondiale grazie al suo inserimento nella colonna sonora di “Titanic”? “My heart will go on”, “Il mio cuore andrà avanti”: non si può dire la stessa cosa della storia tra Jack e Rose.

 

Macarena – Los De Rio
Pubblicata come singolo nell’estate del 1993, “La Macarena” è entrata nella classifica dei 100 singoli più venduti nella storia. Tutt’oggi, accompagnata dal suo caratteristico ballo, è la canzone più utilizzata durante i balli di gruppo.

 

Born Slippy (Nuxx) – Underworld
Altra canzone elettronica e altro pilastro della musica degli anni Novanta. Il singolo che tutti conosciamo come “Born Slippy (Nuxx)” – inserito nella colonna sonora del film “Trainspotting” – è, in realtà, un remix della canzone “Born Slippy” dello stesso duo: essa era senza testo, inserito successivamente, ed aveva un ritmo meno serrato.


Wannabe – Spice Girls 
Baby One More Time – Britney Spears
Concludiamo questa classifica con due singoli-tormentone che hanno lanciato la carriera di due icone degli anni Novanta: “Wannabe”, pubblicato nel 1996, ha infatti fatto conoscere mondialmente il gruppo tutto al femminile delle Spice Girls, mentre “Baby one more time”, pubblicato nel 1998, ha reso famosa l’allora piccola Britney Spears.

 

Di brani ce ne sono tantissimi, così tanti che questa classifica non ne racchiude neanche un terzo. E voi? Quali sono le vostre canzoni preferite degli anni Novanta?

In this article

Join the Conversation

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code