Michael Bublè – “Nobody but me”

L’ultimo lavoro di Michael Bublè, intitolato “Nobody but me“, è uscito il 21 Ottobre 2016. Tre anni sono passati dall’ultimo album in studio, “To Be Loved“, questa nuova produzione si...

L’ultimo lavoro di Michael Bublè, intitolato “Nobody but me“, è uscito il 21 Ottobre 2016. Tre anni sono passati dall’ultimo album in studio, “To Be Loved“, questa nuova produzione si compone di dieci tracce, nella versione standard, tredici in quella più ricca “deluxe”.

I presupposti per un ulteriore successo ci sono tutti, l’album di Natale “Christmas“, tanto per iniziare, è stato cinque volte platino, “To Be Loved” ha raggiunto il vertice nella blasonata classifica Billboard dei Top 200. In questa nuovo disco, Bublè si ripropone nella sua versione più poliedrica, assemblando musica popolare degli States e allo stesso tempo strizzando l’occhio alle liriche più classiche e di forgia decisamente più elegante, senza inoltre evitare piacevoli incursioni nel genere pop-swing di cui è paladino.

Il lavoro, realizzato a Los Angeles e in Canada, comprende brani composti dall’artista, con la collaborazione di personaggi di rilievo quali Meghan Trainor e BlackThought.

Queste le tracce presenti nell’album:

1. I believe in you
2. My kind of girl
3. Nobody but me
4. On an evening in Roma (Sott’er celo de Roma)
5. Today (Is yesterday’s tomorrow)
6. The very thought of you
7. I wanna be around
8. Someday (feat. Meghan Trainor)
9. My baby just cares for me
10. This love of mine

Bonus tracks
11. Nobody but me (alternate w/trumpet version)
12. Take you away
13. God only knows. 

Da notare la composizione particolare della copertina, in 3D lenticolare, raffigurante le immagini di Michael all’età di sette anni e di oggi. Prima dell’uscita del nuovo disco, un assaggio ai fedeli fan con il primo estratto, “Nobody But Me“, pezzo tutto sentimenti e famiglia, emozioni, amore e sofferenza. Fra i brani spiccano “God Only Knows“, gustosa versione dell’originale dei mitici Beach Boys, e la dolcissima e malinconica “The Very Tought of You”.

Ci piace questo ultimo Michael Bublè, forse meno attento ai perfezionismi degli esordi, ma più coraggioso e pronto a sperimentare, in una parola più vero.

 

In this article

Join the Conversation

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code